Rigassificatore. Fallisce il referendum


Concluso lo spoglio delle schede: vincono i no, perde l'affluenza

Tanto rumore per nulla: a votare per o contro il rigassificatore di Porto Empedocle si è recato appena il 14,6% degli aventi diritto. Tra chi ha votato, hanno detto no all'impianto il 94,5%.

Con questi numeri, il referendum si rivela assolutamente inutile. In un altro paese che non sia l'Italia si potrebbe interpretare il voto come un'approvazione da parte dei cittadini, visto che neanche un abitante su sei ha ritenuto importante cercare di bloccare il rigassificatore.

Purtroppo, in Italia, queste percentuali significano tutto e il contrario di tutto: aspettiamoci il comitato dei pro che afferma di aver vinto (per i motivi appena accennati) e il comitato dei contro crede di aver ottenuto un successo (una maggioranza schiacciante dei votanti non vuole il rigassificatore!). Insomma: soldi pubblici spesi male per non decidere nulla.

Era andata meglio a Priolo, dove il referendum del 15 luglio scorso ebbe più fortuna: 57,43% di affluenza, praticamente tutti votarono no.

E qui i nodi vengono al pettine perchè non è detto che un referendum, i cui risultati erano facilmente prevedibili (sia nelle percentuali che nell'astinenza, sia nel caso di Priolo che di Porto Empedocle), sia lo strumento migliore per capire se è i caso di costruire un'infrastruttura energetica strategica.

Perchè un rigassificatore, nel bene o nel male e comunque la si pensi è strategico. Nel senso che serve a impostare una strategia energetica. Se ce l'hai è una cosa, se non ce l'hai un'altra. Ciò non vuol dire che lo si debba avere per forza ma, questo sì, che ci debbano essere regole più chiare e precise per decidere se, quando e dove si possano costruire impianti del genere.

Queste regole, in Sicilia come nelle altre regioni italiane, ad oggi non ci sono e,  quindi, aspettiamoci ancora fiumi di parole sui rigassificatori.

2 commenti:

Posta un commento

CC - alcuni diritti riservati

Creative Commons License
Cip6 by Cip6 is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.
Based on a work at cip6.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://cip6.blogspot.com.

Cip6 non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità prestabilita.
Non puo' per questo considerarsi un "prodotto editoriale" ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Tutti i diritti sui video caricati o linkati sono dell'autore dei video stessi
Per la realizzazione di questo blog vengono utilizzati anche materiali multimediali reperiti su Internet. Qualora alcuni di questi materiali fossero protetti da diritti d'autore il legittimo proprietario di tali diritti può mettersi in contatto con l'autore che provvederà a rimuoverli.

On line dal 3 novembre 2009
Prime 1000 visite il 26 novembre 2009